Melanzane: 8 varietà e come cucinarle…

Melanzane: 8 varietà e come cucinarle…
CLASSICA TONDA LUNGA

Classica Originaria della Sicilia, è coltivata in molte zone d’Italia tutto l’anno, anche se è questa la stagione migliore per gustarla. Si conserva 8 giorni in frigo ed è ottima per preparare una parmigiana light.

  • Affetta 1 grossa melanzana e cuocila su una piastra. Intanto taglia 1 mozzarella a fette, grattugia il parmigiano, trita il basilico. Componi la parmigiana mettendo a strati tutti gli ingredienti e aggiustando sempre con un pizzico di sale e pepe. Scalda in forno per 5 minuti circa, il tempo che serve a sciogliere la mozzarella.
ROSSA DI ROTONDA DOP

Dalla forma tonda, ha un sapore piccante e appena amaro. Arriva sul mercato a fine luglio. Originaria della Basilicata, raramente si consuma fresca, ma si conserva sottolio o sottaceto. Fai così:

  • taglia le melanzane a fettine sottili, salale e lasciale spurgare per 5 ore. Scottale in una soluzione bollente di acqua e aceto al 50%. Scolale e falle raffreddare e asciugare. Nei vasetti alterna le melanzane con un trito di sedano, qualche fettina di aglio, origano, capperi e peperoncino a pezzi. Copri con olio extravergine di oliva e chiudi ermeticamente. Inforna i barattoli a 130 °C per 30 minuti.

 

LUNGA STRIATA

Solo estiva, viene coltivata principalmente in Lazio e in Sicilia. In frigo rimane fresca una decina di giorni. Ecco una ricetta gustosa:

  • taglia le melanzane a fette spesse e salale. Dopo un’oretta, tamponale con un canovaccio. Su ogni fetta metti 2 filetti di acciughe, 2 foglie di basilico, 1 puntina di aglio, 1 pomodorino secco ammorbidito. Copri con una seconda fetta. Fissa con uno stuzzicadenti. Spolvera con pangrattato e aggiungi un filo di olio extravergine d’oliva. Inforna a 180 °C per 10 minuti fino a doratura avvenuta.

 

TONDA VIOLA

Viene dalla Sicilia e si raccoglie in primavera-estate. È una varietà più dolce rispetto alle melanzane dalla forma allungata, quindi non necessita di essere messa sotto sale prima della cottura. In frigorifero si conserva una decina di giorni.

  • Tagliata a fettine, è ottima impanata e fritta, come una cotoletta, o per fare la parmigiana. Puoi anche grigliarla e poi condirla con una emulsione di olio extravergine d’oliva, prezzemolo e aglio tritati finemente.

 

PERLINA

È sul mercato tutto l’anno e viene coltivata in Lazio e Sicilia. In frigorifero si conserva bene per una decina di giorni. È ottima fritta, perché, come quella bianca, assorbe meno olio di altre varietà. Oppure fai così:

  • taglia le melanzane a dadini e falle trifolare in padella con prezzemolo, olio, aglio e sale. Ricopri 1 filetto di tonno con il sesamo e fallo velocemente scottare nella stessa padella delle melanzane. Poi servili insieme.

 

BIANCA

Non solo la buccia: anche la polpa è bianca (e senza semi). Viene coltivata sotto terra e si raccoglie dai primi di ottobre a metà maggio. La zona di produzione è quella di Vittoria, in Sicilia. In frigo si conserva solo per pochi giorni e ha un sapore più deciso rispetto a quelle viola. È perfetta per la frittura, perché assorbe il 50% di olio in meno rispetto alle altre. È anche molto ricca di antiossidanti.

  • Prova le chips al forno. Taglia dei bastoncini fini di melanzana bianca e adagiali su una placca da forno. Irrora con olio. Fai cuocere fino a doratura (a 200 °C). aggiungi un pizzico di sale e servi subito.

 

LUNGA

Proveniente da Lazio e Sicilia, questa varietà viene coltivata tutto l’anno. Si conserva in frigorifero per una decina di giorni. Grazie alla sua versatilità, è considerata idonea per “tutti gli usi”. Viene utilizzata farcita al forno, a dadini è ottima nei primi. Ideale anche per sfiziosi antipasti.

  • Taglia a metà le melanzane, incidile a scacchiera e salale. Metti in forno a 180 °C per 20 minuti. Togli dal forno e raccogli la polpa cotta con un cucchiaio. Frullala con aglio, basilico, prezzemolo, mandorle e ricava un composto cremoso. Servi con crostini e pomodori freschi.

 

TONDA PICCOLA

Arriva in estate e viene prodotta in Lombardia. Si conserva in frigorifero per una settimana. Di piccolo taglio (da 5 a 6 cm), è perfetta per un sugo.

  • Taglia le melanzane a dadini e falle scottare in padella. Mettile da parte. Fai appassire 1/2 cipollotto in olio extravergine d’oliva e aggiungi i pomodori. Cuoci il sugo e aggiungi le melanzane dopo circa 10 minuti. Fai cuocere bene e a 3 minuti dalla fine aggiungi le olive verdi o nere denocciolate. Aggiusta di sale e pepe e servi in tavola.

 

 

Fonte: un articolo di Lorenza Guidotti, ricette suggerite dalla biologa-chef Maria Paola Dall’Erta – Tratto da Starbene, 6 agosto 2019
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/melanzane-verdure-vegetariano-lilla-1659784/

 




Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *