Omocisteina ed invecchiamento precoce (un articolo del dottor Antonio Colasanti)…

Omocisteina ed invecchiamento precoce (un articolo del dottor Antonio Colasanti)…

Molti dei disturbi che si presentano superando i fatidici 50 anni sono riconducibili a carenze nutrizionali che causano invecchiamento precoce.

Si tratta di una lenta e progressiva sclerosi di organi e apparati, un indurimento e disidratazione di tessuti, che parte dalla sclerosi dei vasi sanguigni i quali diventano meno elastici e con il tempo si ostruiscono con placche di colesterolo.

  • Diminuisce il passaggio del sangue e con meno ossigenazione le cellule diventano affamate e diminuiscono il lavoro.
  • La pressione sanguigna tende ad aumentare per compensare ma questo comporta un lavoro extra per il cuore. Si stressa, diminuisce l’efficienza e può ammalarsi.

Ricercando la causa della perdita dell’elasticità dei vasi (in altre parole l’aterosclerosi) ci si imbatte nella omocisteina: questa è un intermedio del metabolismo degli aminoacidi che deve essere smaltito rapidamente, pena pericolose irritazioni ed infiammazioni.

L’omocisteina è in un crocevia metabolico e se si blocca diventa pericoloso perché si bloccano le diverse vie metaboliche che passano da quegli incroci.

Livelli alti di omocisteina sono stati associati a disturbi quali:

  • dislipidemia
  • obesità
  • ipertensione
  • fattori di rischio cardiovascolari
  • arteriopatia coronarica
  • infarto miocardico
  • occlusione cerebrale
  • arteriosclerosi
  • parkinson
  • alzheimer
  • declino cognitivo
  • emorragie
  • diabete
  • artrite reumatoide
  • osteoporosi
  • depressione
Poiché l’omocisteina può essere eliminata da determinati nutrimenti, tutti i problemi associati si possono evitare integrando l’alimentazione con:
  • betaina
  • vitamina B12
  • acido folico
  • vitamina C
  • vitamina B6
  • magnesio
  • cloruro
La betaina (ovvero trimetilglicina) elimina l’omocisteina donando un metile e trasformandolo nell’aminoacido metionina. Gli altri componenti con meccanismi vari riescono ad abbassare i livelli di questa sostanza così dannosa e pericolosa.

Dottor Antonio Colasanti

 

 

Dottor Antonio ColasantiIl dottor Antonio Colasanti è nato a Frosinone il 01/03/1952 laureato in farmacia all’università la Sapienza di Roma nel 1977.
Docente in farmacologia presso la stessa università.
Nel 1983 fonda la Omeosalus, azienda distribuzione prodotti omeopatici e fitoterapici.
Iscritto al 5° anno di laurea in medicina.
Esperto in omeopatia-fitoterapia integratori naturali ed alimentazione sportiva. Specializzato in medicina bioradiante-pranoterapia-massaggio sportivo.
Ha partecipato a numerose trasmissioni televisive e relatore in corsi svolti nell’università la Sapienza. Ha scritto numerosi articoli di interesse mondiale. Gli è stato conferito il premio nazionale medicina 2013. Direttore della scuola di naturopatia Elform di Milano.

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *