Pesce fresco: sulla base di quali caratteristiche si può riconoscere?

Pesce fresco: sulla base di quali caratteristiche si può riconoscere?

Il pesce è un alimento con proprietà nutrizionali di rilievo, contiene proteine ad alto valore biologico e acidi grassi polinsaturi omega 3.

La refrigerazione permette il mantenimento delle sue caratteristiche organolettiche dalla pesca al consumo.

Per riconoscere il pesce fresco è importante seguirne la stagionalità e valutarne l’aspetto e l’odore. Il pesce alla vista deve essere brillante, le carni devono essere sode, l’occhio vivo, le squame aderenti, l’odore salmastro o di alghe.

L’odore di ammoniaca proviene dalla degradazione batterica e indica che il pesce non è più idoneo al consumo.

Consiglio di mettere subito il pesce comprato in una borsa refrigerata e di conservarlo in frigo al massimo per 2-3 giorni dall’acquisto.

 

Fonte: un articolo della dottoressa Chiara Boscaro, biologa nutrizionista agli Istituti clinici Zucchi di Monza – tratto dalla rubrica di Chiara Masciocchi su Viversani e Belli, 19/06/20
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/%D0%B2%D0%B5%D1%80%D1%85%D0%BE%D0%B3%D0%BB%D1%8F%D0%B4-pesce-fresco-carassius-3692126/

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *