Una mela al giorno toglie il medico di torno…

Una mela al giorno toglie il medico di torno…

An apple a day keeps the doctor away: una mela al giorno toglie il medico di torno.

L’antico adagio trova nella scienza, anche quella più attuale, il suo fondamento. La mela è uno scrigno di sostanze dalle indiscutibili virtù curative, un alleato del benessere e della linea. Ci offre i suoi servigi presentandoci un modesto conto energetico:

  • 100 grammi contengono solo 50 calorie (la Granny Smith ne ha 45), meno della banana o del mandarino, più delle ciliegie e dell’anguria.

Se pensiamo che un frutto pesa circa un etto e mezzo (o due al massimo), è evidente come possa costituire uno snack leggero e sano. La mela è una buona riserva di acqua, che compone circa l’80% del suo peso. È una miniera di zuccheri, che costituiscono circa il 12% del suo peso, con fruttosio (6%), glucosio (2,2%) e saccarosio (2,5%), tutti zuccheri assorbiti rapidamente dall’organismo per essere utilizzati a scopo energetico.

  • Oltre agli zuccheri, la mela apporta all’organismo sostanze antiossidanti, capaci di ridurre i radicali liberi, proteggendo dall’insorgenza di alcuni disturbi cardiovascolari, malattie degenerative e invecchiamento precoce.
RICCA DI VITAMINE E ANTIOSSIDANTI

La mela è un buon serbatoio di vitamine, dalla C alla B, passando per la PP. In 100 grammi di mela troviamo 6-8 mg di vitamina C, pari a un sesto dell’apporto giornaliero raccomandato per un adulto.

Attenzione: il contenuto in vitamina C raggiunge la massima concentrazione quando il frutto è a piena maturità. Tenete presente, inoltre, che il calore e il contatto con l’aria degradano questo tipo di vitamina idrosolubile.

La mela contiene anche vitamine del gruppo B, precisamente la B1, la B2, la B5 e la B6, che partecipano a molte delle reazioni chimiche che avvengono nel nostro organismo. Tra le sostanze antiossidanti vanno citati i polifenoli, composti che non hanno un vero e proprio potere nutritivo e che vengono in quantità molto scarsa dall’organismo.

La mela contiene anche piccole quantità di acidi organici (ne rappresentano circa lo 0,25-0,5o%): acido malico, acido citrico e acido ascorbico, che contribuiscono a mantenere l’equilibrio acido-base del sangue e agiscono positivamente sulla flora batterica intestinale; i tannini, invece, hanno virtù astringenti e antiossidanti.

  • Un’altra sostanza preziosa di cui la mela è ricca è la quercetina, che ha proprietà antinfiammatorie.

 

BUONA FONTE DI FIBRE

Nella polpa della mela sono presenti anche le fibre, solubili e insolubili. Le prime trattengono acqua e gas prodotti a livello intestinale, aumentando il volume delle feci e velocizzandone il transito nel canale dell’ultimo tratto digerente.

La fibra solubile più abbondante nella mela è la pectina: equivale a circa il 25 per cento delle fibre totali. Nell’intestino forma una massa gelatinosa che intrappola il glucosio modulandone l’assorbimento. Ecco perché una mela mangiata a pasto riduce il picco glicemico nel sangue.

  • La pectina ha un altro pregio: secondo alcuni studi la “gelatina” che forma nell’intestino agisce da battericida e ingloba residui e composti potenzialmente tossici presenti a livello del colon, contribuendo a eliminarli.
UNA FONTE DI MINERALI

Il contenuto in minerali è variabile in funzione di diversi fattori come la varietà, la composizione del suolo, i metodi di concimazione, il clima, lo stato di maturazione e le condizioni di conservazione.

  • In generale, ha una buona quantità di potassio (132 mg/100 g), e scarso contenuto in sodio (2-10 mg/100 g): tale combinazione rende la mela diuretica e indicata per ridurre gonfiori e cellulite.

Tra gli altri minerali, meritano di essere citati il calcio, il ferro, il rame, selenio, il magnesio, il fosforo e lo zinco.

 

Fonte: estratto da un bel servizio di Enrica Belloni su Sano & Leggero (Mela Rossa), ottobre 2018
Fonte immagine: https://www.gamberorosso.it/notizie/tutto-sulla-mela-origine-presente-futuro-e-proprieta-nutrizionali-di-questo-falso-frutto/

 

 




Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *