Ventresca e bottarga!

Ventresca e bottarga!

La ventresca è la parte più pregiata del tonno, dopo guancia e retro guancia, ed è particolarmente morbida, delicata e saporita, ricca di acidi grassi Omega-3. Può essere consumata sia cruda in tartare e carpaccio, che cotta per la preparazione di tagliate e sughi di pesce oppure conservata.

  • “Ma in questo caso i valori nutrizionali variano a seconda della tecnica di conservazione, se con olio o in acqua e sale, e determinano dunque, rispetto a quella fresca, un aumento del tenore lipidico (una porzione da 100 grammi apporta circa 190 kcal) e/o di sodio“.

Rispetto al pesce fresco il tonno conservato perde molti dei sui grassi essenziali. Meglio dunque preferire, laddove possibile, il prodotto fresco.

La bottarga di tonno invece è una preparazione a base di uova del pesce che vengono salate ed essiccate. “Si tratta di un alimento molto calorico, anche se, considerata la ridotta porzione di consumo (pochi grammi), il relativo impatto nutrizionale dovrebbe essere limitato.

Rispetto al tonno fresco, la bottarga è molto ricca di cloruro di sodio; tale ingrediente, che per il 40% è costituito da sodio (Na), è responsabile dell’aumento del rischio o del peggioramento dell’ipertensione arteriosa”: avverte la nutrizionista.

 

Fonte: estratto da un bel servizio di Roberta Mastruzzi su Vivere Light, luglio/agosto 2017 – con la consulenza della dott.ssa Titti Zagaria, dentista nutrizionista esperta in Diabetologia
Fonte immagine: https://www.italia-excellence.it/products/bottarga-di-tonno-sceltissima-sottovuoto

 

 


Bottarga di Tonno Rosso Kosher Mr. Moris Qualità Premium (Large – 175Gr ca)

€23,99
Acquistala ora da questo link

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *