Papaia: l’antiossidante ricchissimo di vitamina C!

Papaia: l'antiossidante ricchissimo di vitamina C! - Blog Alimentazionesana.info
Fonte immagine: https://ifruttidelleremo.it/prodotto/papaya/

Il profilo nutrizionale di questo dono della natura è davvero interessante: composta principalmente da acqua (quasi il 90%), la papaia fornisce un buon apporto di carboidrati sotto forma di zuccheri semplici (6,9%), fibre (2,3%) e vitamine del gruppo B (tiamina, riboflavina, niacina).

Ma ciò che la rende un frutto speciale è il notevole apporto di vitamina C (60 milligrammi ogni 100 grammi, cioè ben il 67% della dose giornaliera raccomandata) e di carotenoidi (licopene e betacarotene, ovvero il precursore della vitamina A), oltre che di sali minerali, tra cui il potassio (140 mg), il calcio (28 mg), il magnesio (21 mg) e il fosforo (16 mg); l’apporto calorico varia a seconda del grado di maturazione (più è matura, più è calorica), fornendo dalle 28 alle 45 calorie per 100 grammi.

La papaia è inoltre caratterizzata dalla presenza di un enzima proteolitico peculiare, la papaina, simile alla bro-melina contenuta nell’ananas, in grado di scindere le proteine alimentari nei più semplici aminoacidi, rendendole più digeribili.

  • «Grazie a queste sostanze, la papaia apporta effettivi benefici al nostro organismo, e per questo può essere inserita a pieno titolo nel computo giornaliero delle cinque porzioni di frutta e verdura raccomandate per mantenersi in salute, assieme, magari, ad altri frutti nostrani», dichiara la nutrizionista Monica Giuffrè dell’unità di chirurgia bariatrica del Policlinico San Pietro di Bergamo.

FACILITA LA DIGESTIONE

Grazie all’alto contenuto di papaina, dunque, mangiare papaia dopo pasti abbondanti e frettolosi a base di carne o pesce, associati magari a zuccheri e grassi saturi, è un buon modo per favorire i processi digestivi. Sempre grazie a questo enzima particolare, che ha anche proprietà antinfiammatorie e vermifughe, la papaia è tra i cibi consigliabili in caso di disturbi dello stomaco in generale, nelle insufficienze gastriche e duodenali e in caso di parassitosi intestinale.

  • «Se si vuole beneficiare al massimo di queste qualità, tuttavia, bisogna consumare la papaia quando è ancora verde, poiché la maggiore concentrazione di papaina (alla base di numerosi preparati erboristici, consigliati proprio a chi soffre di difficoltà digestive) è presente nel frutto non del tutto maturo», continua Giuffrè.

 

Fonte: estratto da un bel servizio di Federica Schiavon su Ok Salute e Benessere, aprile 2019

PAPAYA Vegavero® | 120 capsule | Facilita la Digestione | con PAPAINA: Enzima della Papaya | Vegan (AMAZON)
€18,90 (Prime)

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *