Gnocchi con spirulina ed erbe alimurgiche (by Martino Beria)…

Risultati immagini per alga spirulina

Ingredienti per 4 persone:

  • Per gli gnocchi:
  • 200 g di patate
  • 20 g di farina di glutine
  • 20 g di farina di grano saraceno integrale
  • 8 g di spirulina biologica essiccata
  • 20 ml di olio extravergine di oliva
  • 3 g di sale integrale
  • Per la crema:
  • 150 g di cavolfiore
  • sale integrale
  • Per bruscandoli e ortiche:
  • 250 g di bruscandoli (o asparagina)
  • 100 g di ortiche
  • 100 ml di aceto di mele
  • 4 g di sale integrale
  • Per la decorazione:
  • 4 foglie e 8 fiori di lamio rosso
  • 8 rametti di galium aparine (attaccamani)
  • olio extravergine di oliva
  • pepe nero in grani

Preparazione:

1) Preparate gli gnocchi: fate cuocere le patate in acqua bollente, pelatele e schiacciatele con uno schiacciapatate. Mettete la spirulina in un bicchiere e aggiungete poca acqua (1/3 del volume della spirulina essiccata), quindi mescolate, versando altra acqua, fino a raggiungere una consistenza semiliquida.

2) Versate in un recipiente tutti gli ingredienti secchi, insieme alla spirulina reidratata, le patate schiacciate, l’olio extravergine e il sale. Lavorate l’impasto fino a quando sarà elastico e omogeneo, quindi fatelo riposare in frigorifero mentre vi dedicate al resto delle preparazioni.

3) Tagliate le cime del cavolfiore, lavatele e fatele bollire in 70 ml di acqua per 5 minuti. Trasferitele, insieme all’acqua, in un contenitore alto e stretto, aggiungete il sale e frullate con un frullatore a immersione fino a ottenere una crema liscia.

4) Portate a ebollizione a fiamma bassa, in una casseruola, 200 ml di acqua, l’aceto e il sale. Sbollentate i bruscandoli e le punte di ortica per non più di 30 secondi, poi toglieteli dall’acidulato e lasciateli riposare su un canovaccio per 5 minuti, tamponando con delicatezza per far uscire l’acido residuo.

5) Prendete l’impasto di patate e ricavatene degli gnocchi di 2 cm di lunghezza. Fate cuocere gli gnocchi in acqua salata e scolateli non appena verranno a galla. Teneteli da parte.

6) Stendete la crema di cavolfiore su un piatto scuro con un pennello da cucina, disponete la porzione di gnocchi e aggiungete ancora un cucchiaio di crema di cavolfiore. Con le mani, formate 1 piccolo nido di bruscandoli e ortiche e appoggiatelo sopra la porzione di gnocchi. Decorate con le altre erbe e fiori, precedentemente lavati, e finite il piatto con un filo di olio extravergine di oliva e pepe nero appena macinato.

Lo chef Martino Beria

  • Laureando in Scienze e Cultura della Gastronomia e della Ristorazione presso l’Università di Padova, è specializzato nella cucina naturale e cruelty-free e lavora come chef vegano e consulente per aziende a livello internazionale.
  • Co-autore del libro Vegano Gourmand, edito da Gribaudo-Feltrinelli, è anche fondatore del sito www.lacucinavegetariana.it e consulente e CEO presso Arbo Vegan Consulting. Collabora con numerose riviste e tiene corsi in tutta Italia.

 

Fonte: Sano & Leggero (Mela Rossa), giugno 2016

 

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *