Il tacchino: magro senza pelle…

240_F_57605724_hqaJvBtljJwTqjscgaxnoPADdk4eJR4rContrariamente a quel che si pensa, è una carne che contiene la stessa quantità di ferro di quella rossa e le stesse proteine, ma ha il vantaggio di essere più leggera da digerire e a basso impatto calorico.

Basta qualche semplice accorgimento.

Tanto ormoni? Credenze infondate.

L’opinione diffusa che la carne bianca contenga poco ferro o che per allevarla si utilizzino ormoni come gli estrogeni è del tutto infondata.

Per quanto riguarda la carenza di ferro, la convinzione nasce, probabilmente, dalla credenza popolare secondo la quale “la carne rossa fa sangue”, ma in realtà il colore non c’entra niente. Infatti, il rosso è dovuto alla mioglobina, una molecola di natura proteica in cui è contenuto il ferro.

Contenuto di ferro per 100 grammi di prodotto (fonte: INRAN):

  • coscia di pollo (senza pelle)           1,4 mg
  • fesa di tacchino                                1,5 mg
  • costata di bovino adulto                 1,3 mg
  • lombata di bovino adulto               1,4 mg

Il ferro, che troviamo, soprattutto, nella carne di tacchino e in alcuni vegetali come fagioli, lenticchie o frutta secca, è importante (soprattutto) per la dieta delle adolescenti nell’età dello sviluppo, delle donne in gravidanza e degli anziani.

  • Il perché sia meglio assumere ferro attraverso alimenti di origine animale piuttosto che vegetale è dovuto al fatto che in questo modo il nostro organismo ne assorbe di più.

Quanto alla presenza di ormoni, il loro utilizzo negli allevamenti è vietato da norme italiane ed europee.

Inoltre, i controlli che ogni anno sono effettuati dalle autorità sanitarie italiane e coordinati dal Ministero della Salute, confermano che nei tacchini, così come nei polli italiani, non ci sono ormoni ed estrogeni.

Articolo tratto da un servizio di Paola Occhipinti (con la collaborazione del prof. Andrea Poli, Presidente di NFI – Nutrition Foundation of Italy e dal dottor Vito Traversa, biochimico e nutrizionista) – fonte BUONO E SANO, maggio 2018

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us