2017, boom degli alimenti di colore viola!

Risultati immagini per bacche di acai

Previsione azzeccata: il 2017 è stato l’anno dei cibi color viola. Anche oggi nei nostri mercati è sempre più frequente imbattersi nella carota, nel broccolo o nella patata di questo colore.

V come antocianine

Che cos’hanno di speciale questi alimenti? Il fatto è che il viola segnala la presenza di principi nutrizionali di grande valore, in particolare le antocianine ad alto potere antiossidante. Tempo fa un importante studio (il NHANES) era giunto alla conclusione che mangiare viola mette al riparo da ipertensione e colesterolo alto.

Altre indagini suggeriscono che le antocianine proteggano dai processi di invecchiamento e malattie correlate (ad esempio, i tumori).

www.cdc.gov/nchs/nhanes


Anche il mais si tinge di viola

La lista è sempre più lunga. Da sempre sono viola melanzane, cavoli in foglia, barbabietole, prugne, fichi e mirtilli… Oggi però arriva in commercio un’ampia varietà di vegetali che tradizionalmente esibivano altri colori. Ecco quindi carote, cavolfiori, asparagi, pannocchie di mais, tutti di color viola.

Risultati immagini per riso nero


Il riso proibito

La purple-mania si estende ad alcuni cibi esotici o a varietà particolari di vegetali. Ad esempio le bacche di Acai che arrivano dall’Amazzonia e il riso nero, consumato da sempre in Asia: vere bombe di antociani.

Pare che il riso nero fosse riservato ai regnanti e per questo viene chiamato “riso proibito” o “riso dell’imperatore”. Oggi, naturalmente, la produzione avviene in tutto il mondo. Come ad esempio in Australia.

Grande successo per il Venere

Ma non dimentichiamo il nostro riso Venere. Inventato a Vercelli incrociando il black rice e una varietà di riso padano.

www.risovenere.it

Fonte: L’Altra Medicina Magazine, dicembre 2017

Polvere Acai Biologica
Polvere Acai Biologica
20,00 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *