Consigli pratici per non perdere le vitamine dei cibi!

Risultati immagini per alimenti surgelati

Il contenuto vitaminico dei surgelati è maggiore di quello dello stesso ortaggio comprato fresco e tenuto nel frigorifero per una settimana prima di consumarlo.

Gli alimenti surgelati sono preferibili a quelli in scatola perché contengono una quantità maggiore di vitamine.

Per quanto riguarda gli ortaggi freschi, bisogna lavarli rapidamente senza tenerli a lungo immersi nell’acqua, meglio poco prima della cottura. Utilizzare un coltello affilato per tagliare ortaggi e frutta, perché le vitamine A e C vengono distrutte se i cibi vengono schiacciati.

  • Mangiare subito la frutta e la verdura tagliate, perché le vitamine ossidabili vengono distrutte a contatto dell’aria.

I cibi surgelati che possono essere cotti nel loro involucro forniscono una maggiore quantità di vitamine.

  • È preferibile cuocere le verdure in poca acqua e non tagliarle in piccoli pezzi dai quali è favorita la perdita di vitamine, inoltre meglio non salare l’acqua di cottura, perché il sale facilita la fuoriuscita dei nutrienti dai cibi. Introdurre gli alimenti nell’acqua già bollente: in questo modo si forma una pellicola protettiva che trattiene le vitamine e gli altri nutrienti.

La cottura in recipienti di rame distrugge la vitamina C, l’acido folico e la vitamina E.

Le pentole in acciaio inox, in vetro pirex e in smalto rappresentano i contenitori migliori per la conservazione e la cottura degli alimenti. Volendo riscaldare un prodotto in scatola o precotto basterà portarlo alla temperatura del consumo piuttosto che usare temperature elevate e tempi lunghi.

 

Fonte: tratto dal libro “Principi di Scienza dell’Alimentazione”, di Graziella Castelli e Paola Paradisi – marzo 2002

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *