Cicoria: mai farla mancare nella nostra dieta…

Immagine correlataDisinfettante e disintossicante, la cicoria è ricca di potassio, calcio, ferro e vitamine C, P e K, contiene anche cicorina, inulina, colina e tannino.

  • Stimola la concentrazione, favorisce la digestione e contrasta la sonnolenza; tiene sotto controllo i livelli di glucosio e di colesterolo nel sangue, una proprietà preziosa per chi ha problemi di diabete e colesterolo alto.

Acquisto e conservazione: selvatica o coltivata; a foglie rosse, da cespo, da taglio o da radice: scegliete cicorie con cespi compatti, foglie carnose e fusti ben dritti (evitate cespi con foglie ingiallite e parti ammaccate). Verdura resistente, se la conservate in frigorifero negli appositi sacchetti per alimenti, può durare fino a una settimana.

Risultati immagini per ricette con cicoriaIn cucina: si mangia sia cruda, tagliata in insalata con altre varietà dolci per contrastare il gusto amarognolo, sia cotta: lessa o a vapore e condita con olio e limone; oppure, saltata in padella con olio, sale e pepe (o peperoncino). Ottima base per ripieni di torte rustiche, polpette, minestre e primi piatti di pasta.

Dal suo fiore azzurro indaco si estrae un colorante utilizzato nell’industria tessile.

Fonte: WeVeg, settembre 2017

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *