Spaghetti di riso: buoni e leggerissimi

Risultati immagini per spaghetti di risoSono molto più sazianti e digeribili della pasta di semola di cui noi italiani siamo abituati e sono ancora relativamente poco diffusi. Scopriamone insieme le proprietà e i benefici.

Gli spaghetti di riso, o ricenoodles, tipici della cucina asiatica e in particolare quella giapponese, oggi sono consumati anche in Italia. Arrivati con la diffusione dei ristoranti cinesi e giapponesi, si trovano ormai con facilità in vendita anche nel nostro Paese.

Sono differenti dagli spaghetti della nostra tradizione, sia per la materia prima che per forma e lavorazione.

  • Ottenuti da un impasto di acqua e farina di riso, spesso vengono precotti durante la lavorazione, per cui i tempi di cottura sono molti brevi, ed è sufficiente cucinarli in acqua bollente tolta dal fuoco.

Sono, quindi, pronti per essere conditi a piacimento con carni, pesci o verdure; ancora possono essere fritti, usati per impasti o cucinati in un wok, insomma, sono davvero versatili.

Proprietà nutrizionali: gli spaghetti di riso sono innanzitutto privi di glutine, dato che il riso non ne contiene e questo li rende un prezioso alimento anche per i celiaci. Sono facilmente digeribili e non causano fermentazioni intestinali che possono dar luogo all’effetto ‘pancia gonfia’ durante la digestione.

  • Il quadro nutrizionale presenta un buon apporto di vitamine del gruppo B e vitamina D, mentre tra i sali minerali si notano, in particolare, calcio, fosforo e ferro.

Inoltre, il riso ha un ottimo effetto saziante, 70 grammi rappresentano una porzione sufficiente per un pasto, sono quindi amici della linea; ciò è dovuto all’amido che contiene, il quale aiuta a raggiungere prima un senso di ‘pienezza’. I prodotti a base di riso hanno anche una buona utilità per chi ha problemi di ritenzione e di cellulite e per finire hanno anche un basso indice glicemico.

Risultati immagini per spaghetti di risoAcquisto e conservazione: gli spaghetti di riso si trovano facilmente nei negozi etnici, biologici e anche nei supermercati. Prestate solo attenzione all’etichetta che riporterà se siano stati precotti o meno, perché questo cambierà i tempi di cottura: essendo molto sottili, si rischierebbe di scuocerli facilmente, trasformandoli in un ‘pappone’ immangiabile!

Per quanto riguarda la conservazione, le regole da seguire sono le stesse della pasta, vanno tenuti al riparo da luce solare, calore e umidità. Una volta aperti, se non consumati, è bene riporli in contenitori ermetici.

Articolo di Giulio Francesco Valeriano –facebook: erbe e spezie e piante medicinali (chimico e tecnologo farmaceutico) – fonte: Vivere Light, luglio/agosto 2017

Spaghetti di Riso
Spaghetti di Riso
4,71 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *