I fiori da mangiare contengono più antiossidanti delle verdure!

 

Risultati immagini per fiori eduli

Quali le specie superstar (dei fiori) per proprietà nutraceutiche?

  • «In generale quelli con le corolle pigmentate, come molte varietà commerciali di petunie, nasturzi, viole, fucsie dalle tinte vivaci, in particolare blu, rosso, viola, sinonimo, proprio come avviene per gli ortaggi, di concentrazione di antociani, che sono potenti antiossidanti», risponde Stefano Benvenuti, ricercatore del Dipartimento di scienze agrarie, alimentari e agroalimentari dell’Università di Pisa, basandosi sulle analisi di laboratorio svolte di recente per esaminare le proprietà nutraceutiche di 12 specie ornamentali (tra quelle più comuni) in collaborazione con altri ricercatori del dipartimento, tra cui il direttore Alberto Pardossi.

Ai risultati dello studio, pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Scientia Horticulturae, si aggiungono quelli di altre sperimentazioni effettuate da altri centri di ricerca su analoghe specie commestibili (nel caso dei fiori dice eduli) che hanno messo in evidenza l’abbondante presenza di polifenoli e vitamina C, sostanze che danno un ulteriore importante contributo all’effetto antiossidante.

Da segnalare poi il buon contenuto in sali minerali, in particolare potassio e fosforo, e altri microelementi.

 

Fonte: tratto da un bel servizio di Antonella Franchini su Ok Salute e Benessere, aprile 2017

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *