Mangio spesso vegetali crudi oltre che smoothies a base di verdura a foglia. Ho letto, però, che una gran quantità di ortaggi contiene sostanze tossiche. Può essere rischioso per la salute?

 

Risultati immagini per verdure

Le piante contengono nutrienti utili all’organismo ma, talvolta, sono presenti sostanze pericolose che, in concentrazione elevata, possono costituire un rischio per la salute.

  • Un esempio è rappresentato dall’acido ossalico che si trova in patate, bietole, spinaci, cavolo, mandorle, fichi, prezzemolo, porri e che, a causa della sua capacità di formare sali insolubili con il calcio (ossalati di calcio), è considerato un elemento antinutrizionale in quanto è in grado di sottrarlo all’organismo, causando sintomi da carenza di calcio.

La cottura aiuta, però, a ridurne il contenuto fino all’80%.

Un altro esempio è dato dalle saponine, molecole dal gusto leggermente amaro. Sono considerate sostanze a rischio perché riducono l’assorbimento di lipidi, proteine e carboidrati, determinando l’irritazione del tratto digerente. Il lavaggio e la cottura le eliminano.

 

Fonte: una risposta del dottor Luca Mattiocco, biologo nutrizionista a Milano, a Portici (Na) e a Rodengo Saiano (Bs) – tratta da Viversani e Belli, 24/03/17

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us