Mio figlio di 8 anni è goloso di merendine confezionate. Si tratta dì una cattiva abitudine alimentare? Sono migliori quelle dolci o salate?

Risultati immagini per merendine

Piacciono ai bambini perché sono gustose e alle mamme perché sono comode ma, come per tutti gli alimenti – e a maggior ragione per quelli industriali – vale la regola del buon senso e della misura: nessun cibo fa male se non si eccede.

Le merendine vanno consumate in modica quantità e sporadicamente, nella consapevolezza che una dieta alimentare deve essere sempre in equilibrio tra i macro e i micronutrienti.

Assolutamente da evitare, però, è l’accoppiata “merendina-bevanda gassata” che fornisce un pieno di zuccheri e calorie, dannoso per la salute e il peso del bambino.

Va sottolineato che la merenda è un’abitudine importante per un organismo in via di sviluppo. Uno spuntino spezza-fame fa sì che il piccolo non arrivi troppo affamato a tavola; questo mini-pasto fornisce un “pieno” di energia, indispensabile soprattutto se il bambino pratica sport o deve studiare. Saltando la merenda, si rischia che pasticci di continuo fino al pasto principale.

Quando si parla di merenda, meglio non fossilizzarsi su un unico “break”, ma abituare il bimbo a sapori diversi.

 

Fonte: una risposta della dottoressa Paola Caminiti, nutrizionista a Milano e Saronno (Va) – da Viversani e Belli, 10/03/17

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us