Se la dieta sposa l’ambiente: ecco le due piramidi del cibo!

Risultati immagini per doppia piramide alimentare ambientale

Dieta mediterranea per tutti. I più recenti studi associano infatti al nostro modello alimentare i migliori risultati per avere lunga vita e garantire buona salute anche all’ambiente. Un binomio, quello tra salute e sostenibilità, che può essere sintetizzato nella «Doppia piramide alimentare ambientale», presentata a Milano dal Barilla Center for Food & Nutrition (BCFN).

  • Oggi, 25 ottobre, sarà anche la Giornata Mondiale della Pasta, che fa parte a pieno titolo della dieta mediterranea. Per l’occasione Barilla ha organizzato un educational a Parma e dintorni tra cultura e buon cibo.

«La doppia piramide alimentare ambientale è un modello grafico nel quale gli alimenti vengono classificati anche in base all’impatto della loro produzione sull’ambiente», spiega Katarzyna Dembska, dietista e nutrizionista che ha collaborato come ricercatrice alla realizzazione dello studio.

Quanto è durato lo studio?
«La prima versione della doppia piramide fu realizzata nel 2010, basandosi su circa 130 fonti scientifiche. Oggi siamo arrivati alla settima edizione, basata su oltre 1300 fonti di rilevazione. E la buona notizia sta nel fatto che la crescita delle fonti ha rafforzato l’attendibilità delle ipotesi formulate nella prima edizione, confermandone così la validità scientifica».

Lo studio ha migliorato la sensibilità ambientale di dietologi e produttori?
«Certo, ma non solo. La doppia piramide permette di osservare come gli alimenti a minore impatto ambientale siano gli stessi per i quali i nutrizionisti consigliano un consumo maggiore. Quelli con un’impronta ambientale più alta andrebbero consumati con moderazione».

La dieta mediterranea viene considerata un elisir di lunga vita?
«Certo. Le recenti ricerche sulla longevità hanno confermato questo aspetto. La buona ed equilibrata alimentazione unita a un corretto stile di vita rallentano l’invecchiamento e allontanano il rischio di malattie croniche come quelle del sistema cardiovascolare, il diabete e così via».

Esistono paradisi della longevità in Italia?
«Sì. In provincia di Nuoro, in Sardegna, dove la popolazione vive assumendo cibi semplici e sani. La zona è stata individuata da uno studio condotto negli Stati Uniti. Il patrimonio genetico svolge sicuramente un ruolo chiave nel determinare la lunghezza della vita, ma la longevità può anche essere acquisita con alimentazione e stile di vita corretti».

 

Fonte: un articolo di Maurizio Maria Fossati, su La Nazione, 23/10/16

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *