Perché l’olio di palma fa alzare la colesterolemia nonostante sia un prodotto vegetale?

Risultati immagini per olio di palma

Vorrei capire perché l’olio di palma è accusato di far aumentare il colesterolo. Dato che si tratta di un prodotto vegetale, non dovrebbe contenere colesterolo. Perché allora è responsabile di far alzare la colesterolemia?

È vero che nel regno vegetale non è presente la molecola del colesterolo, ma gli effetti ipercolesterolemizzanti degli oli di palma e di cocco dipendono dal fatto che sono composti quasi interamente da grassi saturi.

Esiste una correlazione positiva tra l’assunzione di grassi saturi (sia animali che vegetali) e il livello di colesterolo Ldl, ovvero la frazione che ha effetti aterogenici sulle arterie.

  • È bene anche chiarire che, quando mangiamo del grasso animale o dei derivati come formaggi e burro, non è tanto il colesterolo in essi contenuto a rappresentare un problema, quanto l’elevata presenza di grassi saturi che fa innalzare la colesterolemia.

Diverso è il caso delle uova, perché nel tuorlo è effettivamente presente molto colesterolo ed è sufficiente un singolo uovo a fornirci circa la metà della quota di colesterolo da non superare nell’arco di una giornata.

  • NOTA BENE: a questo link trovi tantissimi articoli che parlano di colesterolo e di come tenerlo sotto controllo.

 

Fonte: una risposta di Massimiliano Matteoni tratta da Nuovo Consumo, ottobre 2016 –

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *