La zucchina: la semplicità in cucina

L’Italia è sempre stata una grande produttrice di zucchine, qualche anno fa è entrata nel Guinness dei Primati per la zucchina più grande del mondo, raccolta in provincia di Ferrara: la zucchina da Guinness era lunga ben 2 metri.

Nei mercati si riconoscono principalmente due tipi: chiara, gialla o bianca, diffusa nella zona di Bologna, Genova e nel Meridione, di forma cilindrica o sferica, esposta insieme al suo fiore e la zucchina scura, verde smeraldo, più consumata in Lombardia e più esportata all’estero, senza fiore.

Il suo fiore, infatti, viene venduto a parte, essendo ottimo da cucinare fritto in pastella, senza altri ingredienti, oppure ripieno.

Quando scegliamo le zucchine per le nostre ricette, dobbiamo fare attenzione alla loro freschezza, poiché non hanno lunga resistenza: devono essere sode, con la buccia compatta di colore brillante, una peluria rada e il fiore, se c’è, non deve essere appassito.

Le possiamo mangiare crude tagliate alla julienne in un’insalata mista, oppure tagliate per il lato lungo e grigliate, il taglio può essere anche a rondelle e in questo caso sono gustosissime fritte, come contorno, oppure da unire a ricette di pasta e frittate vegane.

Le zucchine tonde e piriformi si prestano bene anche ad essere scavate e riempite con un ripieno di verdure; danno sapore anche a minestre e a zuppe.

  • Oltre ad essere versatili per numerose ricette, le zucchine hanno anche il vantaggio di avere poche calorie e di essere un ortaggio altamente digeribile.

Assorbono molto i liquidi di cottura, quando vengono fritte perdono le loro caratteristiche di leggerezza, ma nelle cotture a vapore, alla griglia e in generale in una cucina povera di grassi, si rivelano alleate preziose per il benessere e la forma fisica.

  • Infatti, sono ricche di vitamina A e C, potassio, fosforo, calcio, ferro e manganese.
  • Costituite quasi completamente di acqua, hanno poco sodio e una percentuale bassissima di grassi.
  • La loro polpa è rinfrescante e stimola le funzioni intestinali, diuretiche e sedative ed inoltre sono leggermente lassative.

Fonte: WeVeg, giugno 2016

La redazione di Alimentazione Sana consiglia il libro: Lo zucchino d’oro. 50 ricette con il fior fiore dell’orto

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us