Un super cibo anti-colesterolo: l’alga kelp con acido alginico e laminarina!

Le alghe brune kelp appartengono alla specie Laminaria digitata e sono diffuse soprattutto nelle acque di mari e oceani freddi, come l’Atlantico settentrionale.

  • Come tutte le alghe, sono ricche di vitamine e minerali (tra cui iodio, ferro, calcio, potassio, fosforo); in più hanno una doppia peculiarità che le rende preziose nella lotta al colesterolo: apportano acido alginico, una sostanza collosa che assorbe molta acqua formando un gel viscoso che si comporta come una fibra solubile, e laminarina, un oligosaccaride che riduce i grassi nel sangue.

Grazie a queste due componenti, le alghe kelp regolano il metabolismo di zuccheri e grassi, dimostrandosi così utili nelle dislipidemie, ossia in caso di eccesso di colesterolo e trigliceridi nel sangue.

Come prenderla

La si trova in commercio essiccata; quella in polvere è già pronta e può essere usata in cucina al posto del sale Quella in fiocchi, invece, si può sgranocchiare anche da sola, come snack o da aggiungere nelle insalate e nelle minestre di verdure.

Si trova anche come integratore alimentare di iodio in compresse o tavolette. È sconsigliata in caso di gravidanza, allattamento e ipertensione, per il contenuto i iodio.

Quanta ne serve

Ne bastano 10 g al giorno. Come integratore, seguire le indicazioni. Occhio a non esagerare.

Fonte: tratto da un servizio di Manuela Soressi su Viversani e Belli, 10/06/16. Con la consulenza del dottor Massimo Gualerzi, cardiologo a Parma. 

La redazione di Alimentazione Sana consiglia: Kelp Flocken Bio – Fiocchi di Alga

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *