Gelato di campagna….

Ingredienti per 12 persone:

  • 1 chilo di zucchero
  • 150 g di mandorle sgusciate
  • 100 g di pistacchi sgusciati
  • 100 g di mirtilli
  • alcune gocce di colorante alimentare rosso
  • 400 g di pasta di mandorle
  • 1 arancia (solo scorza)
  • 50 g di cioccolato fondente
  • 30 g di filetti di mandorla
  • zucchero a velo per la lavorazione

Preparazione:

Versate nel boccale del frullatore le mandorle con 2 cucchiai di zucchero, riducetele in polvere.

  • Versate lo zucchero rimasto in una casseruolina con 200 ml d’acqua e fatelo sciogliere a fuoco dolce.
    Rivestite uno stampo da plum cake con pellicola da cucina.
    Stendete la pasta di mandorle sul piano di lavoro, cosparso di zucchero a velo, con un mattarello.
    Trasferite la pasta nello stampo, rivestendo la base e le pareti, lasciate sbordare la pasta in eccesso.
    Lavate i mirtilli, allargateli su un telo e tamponateli delicatamente.
  • Aggiungete allo sciroppo di zucchero ottenuto, la farina di mandorle preparata, poca alla volta, mescolando con una frusta a mano.
    Aromatizzate con la scorza grattugiata dell’arancia pulita e suddividete il composto in tre ciotole.
    Incorporate i pistacchi in una ciotola con alcune gocce di colorante alimentare rosso.
    Amalgamate nella seconda ciotola i mirtilli preparati e mescolate nella terza ciotola il cioccolato, sciolto 5 minuti a bagnomaria, unite i filetti di mandorla .
    Se necessario aggiungete a quest’ultima preparazione qualche cucchiaio di acqua calda.
  • Versate all’interno dello stampo a cucchiaiate i vari ripieni preparati, alternandoli, riempiendolo completamente.
  • Ripiegate la pasta di mandorle sul ripieno, coprendolo e ritagliando la parte in eccesso.
  • Utilizzate i ritagli di pasta di mandorle, per la preparazione di decori, per la presentazione: fiori o frutti, foglie, riccioli.
  • Trasferite la preparazione in frigorifero, coperta con pellicola, 12 ore; deve consolidare bene.
  • Riprendete il dolce e capovolgetelo su un piatto da portata, eliminate la pellicola, decorate la superficie con i piccoli decori preparati e con frutta fresca e secca a piacere.
  • Servite. Questo dolce tipico siciliano si chiama così perché è morbido e colorato come un gelato, ma… non si scioglie!

Fonte: Cucinare Bene, luglio 2015

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *