Broccoletti, cavoli ramosi….

Appartengono alla famiglia dei cavoli e sono costituiti, come il cavolfiore, da diverse infiorescenze immature verdi, chiamate cime, ben serrate tra loro a formare un grosso grappolo, rotondo e compatto, all’apice di uno stelo, anch’esso commestibile dopo essere stato sbucciato e cotto.

I germogli si tagliano e si sviluppano di nuovo più volte. La produzione si concentra nelle regioni meridionali perché i broccoletti non sopportano i climi rigidi.

  • All’acquisto le cime devono essere serrate tra loro e di colore verde intenso, come le foglie, segno che i broccoletti sono giovani e teneri, devono essere privi di parti ingiallite o avvizzite; se sono in vendita senza foglie possono essere più costosi perché hanno meno scarto.

Uso & conservazione
Si prestano a essere consumati in svariati modi, solo lessati e conditi in insalata o ripassati in padella o come ingrediente di piatti più elaborati, soprattutto in abbinamento alla pasta. Si conservano in frigorifero fino a 6 giorni nel cassetto delle verdure, oppure possono essere congelati dopo essere stati mondati e lessati 3-4 minuti.

Le proprietà
Ricchi di vitamina C stimolano l’attività di reni e quella intestinale grazie alla ricchezza di cellulosa.

Fonte: Cucinare Bene, gennaio 2016

La redazione di Alimentazione Sana consiglia: Broccoli e altre crucifere

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *