Pera: un concentrato di fibre

E’ la stagione delle pere e vi conviene consumarne in gran quantità, non solo perché potete trovarle a km 0, l’Italia infatti, è la seconda Nazione al mondo per produzione (dopo la Cina), ma anche perché sono uno dei frutti più ricchi di fibre, indispensabile per mantenere l’organismo in buona salute.

  • Una sola pera al giorno contiene il 24% del fabbisogno giornaliero di fibra, a patto che la consumiate fresca e, soprattutto, con la buccia, qui infatti, si trova la maggior parte dei fitonutrienti: vitamine del gruppo B, A, C e betacarotene, minerali come potassio, calcio, sodio, fosforo, magnesio e alcuni aminoacidi.
  • L’alto contenuto di fibra e acqua aiutano a pulire l’intestino, a mantenere sano l’apparato digerente e la rendono indicata nei regimi dietetici.

Ne esistono numerose tipologie, morbide o croccanti, dolci o dal sapore più acidulo.

Conservatela in frigorifero, ma mantenetela a temperatura ambiente per 4 o 5 ore prima di consumarla.

In Italia esistono due tipi di pere con denominazioni geografiche: la pera dell’Emilia Romagna IGP e la pera Mantovana IGP.

Fonte: WeVeg, febbraio 2016

La redazione di Alimentazione Sana consiglia il libro: Pere

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *