Amaranto & Co. Non solo per celiaci!

Ridurre il glutine (presente in pane, pasta e molti cereali) può essere una buona idea anche se non hai disturbi particolari. Ecco come fare.

Negli ultimi anni, a partire dagli Stati Uniti si sono diffuse le diete senza glutine anche tra persone sane. Un’alimentazione priva di glutine (un complesso di proteine presente in frumento, farro, kamut e altri cereali) è necessaria solo per chi soffre di celiachia e non può nutrirsi di pasta, pane e tutti gli altri prodotti da forno ottenuti con le farine di questi cereali.

Il consumo di cibi contenenti glutine provoca nei celiaci danni alla mucosa intestinale e conseguenze anche gravi. Per gli altri, le diete “gluten free” sono una scelta, a volte una moda. È indubbio comunque che questa sostanza sia difficile da digerire. Inoltre, se consumata in eccesso (come spesso avviene in Italia), può dare diversi fastidi.

Senza ricorrere a un’alimentazione completamente priva di glutine, che non ha senso e può essere persino nociva per il non celiaco, puoi sostituire in parte grano e altri cereali con alternative prive di glutine: riso e mais, per esempio.
Ma anche questi alimenti.

  • Amaranto È uno pseudocereale originario del Perù che si presenta in chicchi molto piccoli. Ha un interessante contenuto di proteine, ferro, magnesio e manganese.
  • Grano saraceno Non c’è ragione di usarlo solo per i pizzoccheri. Anch’esso uno pseudocereale, lo trovi come pasta in diversi formati, fiocchi per la prima colazione, gallette.
  • Miglio Da noi è considerato solo un alimento per uccellini, eppure è il sesto cereale più consumato al mondo, soprattutto in India e Africa. Ha chicchi di piccole dimensioni.
  • Quinoa Coltivata da millenni sulle Ande e persino venerata dagli Inca, è una parente degli spinaci. Il suo chicco è molto ricco di nutrienti, comprese proteine di buona qualità.

Fonte: un articolo del naturopata Luca Avoledo, su Confidenze del 10/11/15

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *