Prezzemolo e rosmarino: come conservarne la fragranza!

 

II sistema più pratico e migliore per conservare il prezzemolo mantenendo il sapore e i principi nutritivi è il congelamento.

Una volta lavati e asciugati con cura i gambi, si staccano le singole foglioline, si chiudo-no in un sacchetto da gelo e si conservano nel freezer per 3-4 mesi.

  • Un trucco prezioso è quello di utilizzare confezioni monodose: al momento del bisogno, si stringe in mano il sacchetto ancora surgelato, in modo da sbriciolare bene le foglie intere che saranno così già pronte all’uso, come se fossero state appena tritate. In alternativa, si tritano le foglie (ben pulite e asciutte) prima di congelarle, le si pongono in un sacchetto da gelo e se ne preleva una manciata al momento del bisogno, aggiungendole ancora surgelate in quanto impiegano pochissimi minuti a scongelarsi.

Il sapore del rosmarino può essere conservato bene tramite la disidratazione e altri metodi che riescono a mantenere bene il profumo speciale di questo arbusto mediterraneo.

  • Raccogliete i rametti freschi di rosmarino, puliteli con un panno carta, fate mazzetti con 4-6 rametti legati con uno spago e chiudeteli in un sacchetto di carta; appendete il sacchetto a testa in giù in luogo caldo e ben aerato. Dopo qualche giorno potrete raccogliere gli aghi secchi in un barattolo di vetro con coperchio ermetico. Oppure inserite un rametto di rosmarino in una bottiglia di olio di oliva e.v.; lasciate macerare 15 giorni prima di usarlo per condire.

Fonte: Natù, n°3 – 2015

La redazione di Alimentazione Sana consiglia: Il grande libro degli alimenti. Dizionario illustrato: 1000 alimenti, dall’aquisto alla conservazione, dai metodi di cottura ai valori nutritivi

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us