Le principali varietà di miso…

In Oriente esistono circa 50 qualità differenti di miso, alcune contenenti soltanto semi di soia, altre contenenti cereali come orzo o riso. Qui di seguito un elenco delle varietà più conosciute di miso.

  • Genmai miso (miso di riso): ha un sapore molto delicato per cui si può utilizzare come base per molti piatti: per le zuppe, come crema da spalmare, nei dip ecc.
  • Mugi miso (miso di orzo): è molto adatto come spezia per rendere piccanti i piatti.
  • Shiro miso (miso di riso delicato): il suo sapore gradevole è particolarmente indicato per rendere più gustosi i piatti. Può essere utilizzato al posto di salse e formaggi cremosi, ad esempio spalmandolo sul pane.
  • Hatcho miso (miso puro di soia): un tempo, questo miso era utilizzato quotidianamente per il menu imperiale: rinvigorisce i nervi ed è un toccasana per la salute. Questo tipo di miso è usato soprattutto per preparare zuppe.
  • Akadashi miso: questa tipologia di miso, che deriva dall’unione di Hatcho miso e Shiro miso, è la preferita di coloro che ritengono l’Hatcho miso troppo forte. Anche questo miso viene utilizzato, come il precedente, per preparare le zuppe.

Fonte: Bio, settembre 2015

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *