Olio di semi: solo un alimento o preziose fonti di principi medicamentosi?

AgrodolceOlio di vinaccioli: si ricava dai residui della vinificazione dopo un leggero processo di decolorazione e raffinazione del mosto. È ricco di acido linoleico e vitamina E.

  • Uso alimentare: Ottimo per preparare marinate di pesce e sui formaggi freschi.
  • Uso terapeutico: È un olio ad alto valore nutritivo, può essere impiegato anche per massaggi.

Olio di sesamocontiene quantità elevate di lecitina, utile per l’equilibrio delle funzioni cerebrali e nervose.

  • Uso alimentare: Privo di odore e con un sapore simile a quello della nocciola tostata. Perfetto per marinare il pesce e per condire a “crudo” insalate di verdura.
  • Uso terapeutico: Ricostituente cerebrale, trova largo impiego anche in cosmesi, dove è impiegato per la preparazione di creme solari. Si presta anche all’impiego come olio per massaggi.

catamo

Olio di cartamo: il nome botanico indica la caratteristica pianta tintoria, i suoi fiori sono simili a grosse margherite arancioni, dove sono contenute due sostanze coloranti: una gialla ed una rossa, la cartamina.

Il cartamo è coltivato in Italia per la raccolta dei fiori, impiegati come surrogato dello zafferano. Dai semi, molto amari come tali, si ricava un’olio alimentare ricco di acidi grassi del gruppo Omega-6.

  • Uso alimentare: Profumo aromatico, si usa a “crudo” per condire insalate di verdura. Non ha sapore particolare.
  • Uso terapeutico: Molto ricco in acidi grassi polinsaturi, è utile per combattere l’invecchiamento e riduce il tasso di colesterolo nel sangue.

Olio di albicocca: ricavato dal seme contenuto nel nocciolo, è un’olio commestibile con discreto contenuto di acidi grassi essenziali.

  • Uso alimentare: Profumo leggero, sapore delicato, indicato per la preparazione di dolci (può sostituire un terzo della quantità di burro o margarina indicate nelle varie ricette).
  • Uso terapeutico: Indicato per massaggi sulla pelle secca.

olio di avocado

Olio di avocadola polpa del frutto è ricca in lipidi, vitamina A e vitamine del gruppo B, dal seme si ricava un’olio alimentare, impiegato anche in cosmesi per la preparazione di creme per pelli delicate.

  • Uso alimentare: Condimento aromatico per le marinate di pesce crudo e per insalate di polpa di granchio.
  • Uso terapeutico: Nutritivo per pelli secche e rivitalizzante, si applica con un leggero massaggio sulla pelle.

 

Tratto da uno splendido articolo di Anna Maria Botticelli, su un vecchio numero di Cucina Naturale (settembre 1995)

 

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us