Giorgio Calabrese: 10 consigli per controllare il colesterolo…

Eccoti 10 utili consigli tratti da un’interessante intervista fatta al Professor Giorgio Calabrese, docente di Nutrizione all’Università Cattolica di Piacenza.

  1. Scegliete solo i grassi buoni: abbandonare il più possibile i grassi animali, specie se cotti, e preferire prima di tutto l’olio d’oliva crudo (é la scelta migliore); e poi gli oli di semi singoli, come, per esempio, girasole o mais.
  1. Evitate i grassi saturi: i grassi di origine animale vanno limitati. Ma anche alcuni prodotti di provenienza vegetale sono sulla lista dei grassi saturi, come gli oli di palma e di cocco.
  1. No allo stress: è ormai dimostrato da vari studi che anche la capacità di rilassarsi, uscendo da stati di tensione, ha il potere di abbassare il colesterolo.
  1. Fate esercizio fisico regolare: l’ideale è mezz’ora di sport almeno tre volte la settimana, ma basta anche camminare per un’ora al giorno. Un’attività aerobica abbassa il livello totale del colesterolo e aumenta i livelli delle lipoproteine buone (HDL).
  1. Cinque porzioni di frutta e verdure: la maggior parte delle calorie della dieta quotidiana deve essere costituito dalle 5 porzioni universalmente raccomandate di frutta e verdura, distribuite nei 3 pasti quotidiani. Questo per fare in modo che, alla fine della giornata, solo il 30% del totale delle calorie introdotte venga dai grassi (e solo il 10% dai grassi saturi).
  1. Aumentate le fibre: verdure e insalate contengono fibra, ma non tanta quanto i legumi e i cereali integrali: la fibra rallenta l’assorbimento dei grassi.
  1. Eliminate il fumo: il fumo è un vasocostrittore: se la restrizione dei vasi si associa all’ostruzione provocata dal colesterolo, il pericolo di incidenti vascolari è più che raddoppiato.
  1. Perdete peso, se necessario: anche una persona magra può soffrire di eccesso di colesterolo. Ma nelle persone in sovrappeso l’indice di rischio è maggiore.
  1. Meglio il pesce: tra i grassi buoni spiccano quelli del salmone, non affumicato, e del pesce azzurro, ricchi dei famosi Omega 3, alleati delle arterie.
  1. Integratori sì e no: sugli scaffali dei supermercati molti prodotti promettono di abbassare il colesterolo: pochi tra questi (quelli con i fitosteroli) hanno davvero un’utilità. Ricordate che nel 90% dei casi l’eccesso di colesterolo è spia di uno stile di vita sbagliata: salvo le eccezioni da curare con il medico, quindi, cambiate dieta e fate sport.

Intervista tratta da Salute Settembre 2010

 

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *