Alla scoperta degli éclairs….

Questi pasticcini furono inventati dal famoso cuoco e scrittore Antonin Careme che, all’inizio dell’800, fu al servizio di Talleyrand, Giorgio IV d’Inghilterra, lo zar Alessandro I e del banchiere James Mayer Rothschild.

Il termine francese éclair significa lampo.

Sembra sia stato attribuito a questi bignè di forma allungata, perché erano così deliziosi che sparivano in un attimo.

Un’altra teoria sostiene invece che derivi dalla glassa lucidissima che li ricopre e che riflette la luce, creando così dei “lampi”.

Gli éclairs si preparano con la pasta choux: gonfia, leggera e delicata è molto usata in pasticceria per qualsiasi tipo di bignè.

Fonte: In Tavola, febbraio 2013

 

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *