I fiori da mangiare…

Come procurarseli:
I fiori da utilizzare in cucina non devono essere stati trattati con pesticidi, per questo è bene rivolgersi direttamente presso i vivai specializzati in fiori eduli, ma anche dall’ortolano di fiducia che può procurarveli.
Ultimamente la grande distribuzione ha messo in vendita piccole confezioni sottovuoto con fiori commestibili garantiti.

Quelli da gustare sono: la begonia, nella varietà tuberhybrida, il gelsomino, il geranio, la varietà dalle foglie aromatiche, il sambuco, l’iris, il girasole, la margherita, le petunie, le viole e le violette, le rose, le gardenie, i garofani e i tulipani (solo i petali), la calendula, la camomilla, il fiordaliso, il glicine, la malva, il tarassaco, i piccolissimi fiori di salvia, maggiorana, erba cipollina e rosmarino, il crisantemo e alcuni fiori di alberi fruttiferi, come l’arancio e il pesco.
La lavanda, senza esagerare, il basilico e la borraggine.

Fonte: Cucinare Bene (il Meglio) n°2 – 2012

La redazione di Alimentazione Sana consiglia Cucinare con i fiori

 

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us