Volete abbassare la pressione? Mangiate 4 gambi di sedano al giorno…

sedano

Il sedano fu coltivato inizialmente come pianta medicinale prima ancora che come cibo. Grazie all’alto contenuto di potassio e all’effetto diuretico può contribuire a ridurre e prevenire l’ipertensione arteriosa.

Stimola la produzione di urina (utile in caso di problemi alle articolazioni, come la gotta, che dipendono dalla ritenzione di sostanze di rifiuto).

Gli olii essenziali e i semi contengono agenti tranquillizzanti, alcuni dei quali sono presenti anche nel gambo, anche se non se ne conosce la quantità esatta.

  • Il sedano tonifica il sistema nervoso e stimola le ghiandole endocrine, in particolare le surrenali; ha anche proprietà digestive.

Grazie all’abbondante contenuto di sodio, potassio e calcio, svolge un’azione rimineralizzante e, per la presenza di nitrati, favorisce la depurazione del sangue ed è consigliato contro i reumatismi e le coliche renali.

Il sedano più verde è più ricco di vitamina C, folato e carotene.

Scegliete sedano di bell’aspetto, possibilmente proveniente da colture biologiche. Conservatelo coperto nello scomparto meno freddo del frigorifero, si mantiene croccante per 4/5 giorni.

  • Il sedano si associa bene a formaggio, noci e piatti di selvaggina; usate le foglie e i gambi esterni per minestre e stufati, il cuore del sedano si può consumare anche crudo.

Mangiatene quanto volete. Per abbassare la pressione, bastano 4 gambi al giorno.

 

Fonte: Curarsi con il cibo, lo splendido libro/guida di Miriam Polunin

 

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *