La cucina povera si riscopre ricca!

Risultati immagini per mandorle

Secondo una ricerca pubblicata in Inghilterra, alla base del benessere e della felicità ci sono cibi semplici e variati.

I valori nutrizionali dei cibi poveri che la natura regala in inverno, vengono rivalutati dalle ultime ricerche che parlano della loro azione su ottimismo e buonumore. Per moltiplicare il “fattore felicità”, la regola base è innanzitutto evitare l’alimentazione monotematica.

Per aumentare il benessere psicofisico, nell’alimentazione quotidiana è consigliato inserire sia i prodotti di stagione, che apportano sostanze funzionali, che i cibi cosiddetti “poveri”.

Dalle pagine della rivista scientifica inglese “Molecular Metabolism“, si rileva infatti che per saziarsi con soddisfazione basta ricorrere a cibi comuni, definiti anche “poveri” come sgombri, spalla di maiale o lombata.

  • Ma anche a mandorle e lenticchie, ricchi di aminoacidi che attivano articolari neuroni, detti taniciti, localizzati al centro della regione cerebrale, che controllano il senso di sazietà e il peso corporeo.

 

Fonte: Buono e Sano, supplemento a Dimensione Benessere, febbraio 2018

Be Sociable, Share!

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *