Problemi cardiovascolari? Mangiate cioccolato…

Risultati immagini per cioccolato fondente

Uno studio dell’Osservatorio nutrizionale Grana Padano ha evidenziato che chi consuma 60 grammi di cioccolato fondente al 70 per cento a settimana riscontra una minore incidenza di ipertensione, ipercolesterolemia e rischi cardiovascolari rispetto alla media degli italiani.

Lo studio ha analizzato le abitudini nutrizionali di 4.186 soggetti adulti italiani (età maggiore di diciotto anni, 56% femmine, 46% maschi), il loro consumo giornaliero di cioccolato e le patologie che determinano fattori di rischio. I 4.186 italiani del campione consumano mediamente 60 grammi di cioccolato fondente a settimana.

Lo studio ha messo in evidenza la prevalenza di patologie che determinano il fattore di rischio e ha rilevato che il 12% del campione è in terapia farmacologica per l’ipertensione e solo il 4% riferisce di avere dislipidemia (cioè un valore elevato di colesterolo e trigliceridi). Sono valori molto inferiori alle medie italiane: l’ipertensione è mediamente al 19,8% e la ipercolesterolemia al 23,6% (soggetti tra i 18 e i 65 anni).

  • «Il cioccolato non solo ha un effetto positivo sull’apparato cardiovascolare — ha dichiarato la dottoressa Michela Barichella, presidente di Brain&Malnutrition Association e membro del comitato scientifico OGP — ma induce una sensazione di benessere, migliora la resistenza alla fatica e il tono dell’umore perché stimola la sintesi della serotonina».

Fonte: La Nazione, 23/04/17

La redazione di Alimentazione Sana consiglia: Cioccolato Fondente Extra 70%

Be Sociable, Share!

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *