“Qualche ricetta con alimenti senza nichel e frumento e senza lattosio?” – Risponde la Dottoressa Roberta Martinoli!

Immagine correlataLa domanda di Loredana, sulla nostra pagina di Facebook: Qualche ricetta con alimenti senza nichel e frumento e senza lattosio? Per problemi allergici! Grazie

Se anche tu come Loredana hai una domanda da porre ai nostri esperti, scrivi a info@giancarlofornei.com  gireremo la tua domanda ad uno di loro e ti faremo rispondere pubblicamente, su questo stesso blog.

La risposta della Dottoressa Roberta Martinoli.

Evitare frumento e lattosio è un’impresa relativamente facile. Più difficile evitare il nichel che è presente in tutti gli alimenti di origine vegetale. L’unica cosa che possiamo fare è ridurne l’introito. A tale scopo trovo piuttosto utile fare riferimento alla lista degli alimenti ad alto contenuto in nichel e a quella degli alimenti che ne contengono meno.

Risultati immagini per alimenti senza nichelALIMENTI CON BASSO CONTENUTO DI NICHEL. Permessi:

  • Farina 00, quindi pane e pasta
  • Fette croccanti di farina 00 (no mais, no avena, no multicereali)
  • Olio extravergine di oliva
  • Burro
  • Uova
  • Tutte le carni
  • Tutto il pesce (tranne quello vietato)
  • Latte e formaggi
  • Verdura (eccetto quella vietata)
  • Vino
  • Caffè
  • Dolci fatti con burro
  • Dolci e gallette di riso
  • Fiocchi di frumento (no mais, no avena)
  • Müesli (senza uvette né semi oleosi)

Risultati immagini per alimenti che contengono nichelALIMENTI AD ALTO CONTENUTO IN NICHEL. Da evitare:

  • Tutti i cibi in scatola
  • Asparagi, funghi, cipolle, porri
  • Spinaci, pomodori, patate, legumi
  • Lenticchie, piselli e fagioli, lattuga, carote e cavoli
  • Broccoli
  • Farina integrale, farina di mais, avena, crusca
  • Grano saraceno, miglio
  • Pane speciale, integrale con semi e farine particolari
  • Pere, prugne, uva passa, fichi
  • Albicocche, kiwi ed ananas
  • Nocciole, mandorle, arachidi e tutta la frutta secca
  • Cacao, cioccolato
  • Margarina
  • Lievito chimico
  • Aringhe, ostriche, sgombro
  • The, (soprattutto quello verde)
  • Marzapane, liquirizia
  • Vitamine e minerali, integratori

(Le due liste sono state prese dal testo “In cucina con gli allergici al Nichel” di Marina Braga).

Ed ecco qui due ricette senza nichel, senza frumento e senza lattosio.

Risultati immagini per quinoaTorta di mele e quinoa

Ingredienti:

  • 200 grammi di farina di riso
  • 100 grammi di quinoa bianca
  • 3 uova medie
  • 180 grammi di zucchero di canna
  • 120 grammi di olio extravergine di oliva
  • 60 ml di succo di mela
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • cannella q.b (o aroma a piacere)
  • 2 mele golden

Dopo aver sciacquato la quinoa bisognerà lessarla in 200 ml di acqua fino a che il liquido di cottura non si assorbe. Una volta cotta la frulliamo con l’aiuto di un minipimer. In una ciotola avremo sbattuto le uova con lo zucchero alle quali aggiungiamo gli altri ingredienti. Dopo aver lavorato l’impasto uniamo anche le mele tagliate a pezzettini. Trasferiamo il composto in una teglia rivestita con della carta forno e cuociamo in forno caldo a 180 gradi per 30 minuti.

Risultati immagini per riso venereRiso Venere con zucca e gamberetti:

Ingredienti per 4 persone

  • 320 grammi di riso Venere
  • 400 grammi di zucca
  • 300 grammi di gamberetti
  • Olio e.v.o q.b.

La zucca va tagliata a dadini e fatta cuocere in una padella antiaderente con poco olio. Nel frattempo, avremo lessato il riso Venere e lo avremo scolato conservando un po’ dell’acqua di cottura. In un’altra padella avremo fatto cuocere i gamberetti. Riso Venere, zucca e gamberetti vanno, infine, uniti facendoli mantecare assieme e aggiungendo un po’ del liquido di cottura (qualora ce ne fosse bisogno).

Per gli allergici e gli intolleranti destreggiarsi tra un alimento consentito e uno proibito può essere davvero difficile. Purtroppo non è infrequente che un allergico al nichel sia anche intollerante al lattosio e quanto meno sensibile al glutine se non addirittura celiaco!

Allora via libera al riso nelle sue varie forme e condito con le verdure a basso contenuto in nichel (riso con i peperoni, con le zucchine, con le fave, con i carciofi) per ciò che riguarda i primi piatti. Ottima è anche la quinoa.

  • Riso e quinoa, tal quali o sotto forma di farine, possono essere anche ingredienti per qualche dolce come quello che vi ho proposto io.
  • Anche se le diete di esclusioni sono in certi casi d’obbligo non bisogna mai correre il rischio di perdere il piacere per la buona tavola.

 

Un Guest post della Dottoressa Roberta Martinoli

  • A questo link, trovi tutti i post della Dottoressa Martinoli su questo blog;
  • A questo link, trovi tutti i post della Dottoressa Martinoli sul blog Bellezza & Benessere.

 

Roberta Martinoli 2La Dottoressa Martinoli si occupa di Nutrizione da ben 15 anni. Conosce molto bene il disagio sofferto dalle persone con problemi di peso, dal momento che Lei stessa, in un periodo della sua vita, ha sfiorato l’obesità.

Le piace puntualizzarlo perché l’aver avuto un’esperienza simile condiziona il modo in cui si rapporta con i suoi pazienti.

  • Ma non ha studiato Nutrizione per risolvere i suoi problemi di peso. Quando si è iscritta alla Facoltà di Nutrizione Umana aveva già una laurea in Scienze Agrarie e un Dottorato di Ricerca e aveva da tempo risolto i suoi problemi di sovrappeso grazie ad una regolare ed appassionata attività fisica.

La Dottoressa Martinoli è sposata ed ha due bimbi. È una donna molto attiva: le piace sempre tanto studiare e fare sport, e svolge con passione la sua professione.

Per contattare la Dottoressa Roberta Martinoli:

Be Sociable, Share!

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *