Prezioso più dell’oro. Il miele, un potente antinfiammatorio

Risultati immagini per mieleSono le analisi di laboratorio a certificare le eccezionali proprietà del miele, a tutto vantaggio del benessere di bambini, adulti, anziani e sportivi.

Un alimento che fornisce energia di pronto impiego, vitamine, minerali e che ha doti antiossidanti e antinfiammatorie.

Il miele, costituito per più dell’80% da carboidrati (soprattutto glucosio e fruttosio) e per il restante 20%, da acqua e micronutrienti, è completamente privo di grassi.

  • Ma è vero che può proteggerci dalle malattie?: «Certo, il miele – afferma il professor Gian Vincenzo Zuccotti, Clinica Pediatrica Ospedale dei Bambini Buzzi (MI)è dotato di un’attività antibatterica e antivirale, utile anche nei confronti di microrganismi potenzialmente patogeni per l’uomo. Un’altra caratteristica importante è il contenuto di polifenoli, sostanze note per il loro potere antinfiammatorio e antiossidante, quindi, preziose per difendere l’organismo dallo stress ossidativo. Al miele viene attribuito anche un certo effetto protettivo a livello cardiovascolare (e, alcuni studi, hanno ipotizzato anche una potenziale azione antitumorale».
  • Ricordando i rimedi della nonna, il miele dovrebbe proteggere anche l’intestino…«E’ provato che svolge un’azione di tipo prebiotico a livello del tratto gastrointestinale, dove stimola la crescita selettiva di bifidobatteri……».
  • Come si devono comportare i diabetici? «Recenti studi fanno ipotizzare possibili vantaggi dal consumo moderato di miele anche per i soggetti diabetici (sia diabete di tipo 1, sia di tipo 2), poiché il miele pare in grado di influire positivamente anche la risposta glicemica. In età pediatrica, infatti, emergono segnalazioni di effetti positivi dell’utilizzo del miele in bambini affetti da diabeti mellito di tipo 1. Alcune tipologie di miele, come per esempio i mieli monofloreali, generalmente più ricchi di fruttosio, hanno un indice glicemico basso».
  • Luce verde, quindi, nell’alimentazione dei bambini? «Il miele nell’alimentazione infantile può rappresentare una valida alternativa allo zucchero, utilizzato per dolcificare bevande, o per la preparazione della merenda (pane e miele, yogurt non dolcificato e miele, frutta e miele».

Sintesi dell’articolo di Maurizio Maria Fossati – fonte La Nazione, 27 novembre 2016

 

La redazione di Alimentazione Sana consiglia: Miele di Millefiori. Miele italiano lavorato a freddo

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *