Uva: i chicchi di eterna giovinezza!

Risultati immagini per uvaL’uva si divide in bianca e nera: l’uva bianca si caratterizza per un colore che va dal giallo-verde pallido al verde chiaro, mentre l’uva nera va dal rosso chiaro al viola-nero.

In alcune varietà di uva, la buccia si toglie facilmente, mentre in altre resta più attaccata alla polpa.

Indipendentemente dal colore, questo frutto è una fonte eccezionale di antiossidanti e possiede due potenti sostanze antiradicali liberi contenuti nella buccia e nei semi.

E’ ricca di fibre che miscelate con acqua, hanno un alto potere saziante (che attenuano il senso di fame); grazie al suo buon quantitativo di acqua e alla scarsissima presenza di sodio, favorisce la diuresi svolgendo, un’azione depurativa per l’organismo.

(A questo link, trovi un articolo interessante che parla delle favolose proprietà dell’uva.)…

Acquistate grappoli polposi, colorati e con gli acini saldamente attaccati ai raspi.

L’uva bianca deve presentare una colorazione giallastra, a indicare il giusto grado di maturazione, mentre l’uva nera deve presentare un colore intenso, senza tracce di verde.

Conservate l’uva non lavata in un sacchetto di plastica in frigorifero; sebbene si conservi fino a una settimana, la qualità inizia a diminuire con il tempo.

Risultati immagini per ricette uvaPrima di gustarla, lavatela bene e asciugatela tamponandola con un tovagliolo di carta; fate molta attenzione quando comprate l’uva al supermercato, in quanto potrebbe essere stata trattata con insetticidi.

L’uva va servita a una temperatura di circa 15°C, tirarla fuori dal frigorifero circa 30 minuti prima di servirla.

L’uva è un ingrediente gradito nelle insalate ed è perfetto per arricchire dolci, crostate e dolci.

Se volete provare il succo o la marmellata d’uva, la moscato è la varietà migliore, inoltre, non dimenticate di provare a utilizzare l’uva per preparare gelati o sorbetti.

  • Ampeloterapia: con il termine ampeloterapia viene indicata la cura a base d’uva, ovvero il consumo per alcuni giorni (massimo 5) di questo prezioso frutto con buccia e semi come alimento quasi esclusivo nella propria alimentazione. Questa monodieta permette di ripulire l’organismo e ha un effetto rivitalizzante.
  • Il frutto fornisce all’organismo una grande quantità di vitamine, sali minerali e la sua ricchezza di zuccheri, alimenta il metabolismo permettendo a reni, fegato, pelle e apparato digerente di riposare.
  • Questa cura, molto famosa nell’ambito della medicina naturale, rende la pelle morbida e pulita, favorisce il transito intestinale e il sonno e dona nuova energia al corpo. Potete integrare il consumo di uva (in questo caso rigorosamente biologica), con tisane zuccherate.

Fonte: WeVeg, settembre 2016

La redazione di Alimentazione Sana consiglia il libro: Disintossicarsi con la cura dell’uva

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *