Aglio: re del sapore!

Si coltiva bene negli orti di tutte le latitudini.
Dall’odore caratteristico, dal sapore unico, dall’aspetto particolare, è l’ingrediente sovrano dei condimenti in cucina.

Aglio, Allium sativum, appartiene alla famiglia delle Liliaceae, siano esse orticole (come aglio, cipolla e porro), spontanee o da giardino.

Non sono pochi gli esempi di agli da fiore che si distinguono dall’ortaggio per forma e colore del fiore.

  • Il nome allium deriva con buona probabilità da un ‘termine celtico che significa
    “bruciante”. Originario dell’Asia centrale è coltivato dai tempi più remoti. I popoli più antichi come gli egiziani lo consideravano un vero e proprio alimento al pari di altri ortaggi (cipolla e legumi), e non soltanto un condimento.
    Lo testimonia, anche lo storico Erodoto quando afferma che l’aglio rivestiva una parte importante nella dieta degli schiavi addetti alla costruzione delle piramidi.
  • Oggi è coltivato in tutti i paesi ed in tutti i climi per la sua resistenza e la grande versatilità.
  • Le varietà principali sono due: aglio bianco e rosa.
    Il primo è tardivo e viene messo a dimora a novembre. La varietà rosa si pianta a febbraio-marzo ed è precoce.

Fonte: Casa in Fiore, dicembre 2007

La redazione di Alimentazione Sana consiglia: Aglio + Biancospino – Integratore alimentare per la salute dell’apparato cardiovascolare

Alimentazione Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *